Con i suoi quattro anni di militanza in maglia biancoblu è il giocatore più longevo della Emma Villas Chiusi, e di ciò lo schiacciatore Marco Bartolucci va orgoglioso: «Nasco in una piazza sportiva storicamente rivale, ma in quattro anni ho conosciuto molte persone ed ora mi sento molto legato a questo ambiente. Proprio grazie alla pallavolo, e precisamente a Fabio Falluomini, uomo di grande valore umano e professionale, sono stato presentato a Simone Canestrelli, brillante e stimato imprenditore con il quale da un anno e mezzo lavoro gomito a gomito con soddisfazione». Originario di Castiglione del Lago, l’atleta che indossa il numero 2 non è nuovo a vivere un progetto ambizioso. «Nel corso della mia carriera sportiva ho vissuto situazioni con obiettivi pallavolistici simili nella mia città. L’analogia però finisce qui perché dove lì c’era l’impegno sostanziale di un unico sponsor, qui esiste un’organizzazione vera e propria, formata da una miriade di partner commerciali che, ciascuno con il proprio contributo, permettono di gestire la società nel migliore dei modi. Il presidente Bisogno aggiunge poi le peculiarità tipiche dell’uomo, cioè impegno, passione, motivazione e chiarezza d’intenti». Con la vittoria dello scorso campionato e l’approdo nella categoria superiore è cambiato il suo ruolo. «L’anno scorso ero sempre in campo, ora l’asticella si è alzata ancora di più, sia a livello d’impegno che squisitamente tecnico. Ho accettato con serenità di partire dalla panchina, questo mi motiva ad allenarmi per raggiungere il livello dei miei compagni.

L’allenatore Giannini ha già dimostrato di credere in tutti i componenti della squadra e sono perciò fiducioso nel fatto che durante il campionato avrò la possibilità di mettere anche la mia firma su diverse partite, con il consueto apporto emozionale di cui mi sono sempre fatto forte».

Nato il 18 settembre 1984 l’atleta lacustre conosce bene il palcoscenico nazionale avendo militato nel Castiglione del Lago in B1 e nel San Mariano in B2. Atleta di indubbie qualità, tra le sue armi migliori c’è l’agonismo.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy