Montecchio: Bianchini 4, Pranovi Matteo 0, Formilan 3, Biolo ne, Pranovi Michele 18, Zangani 1, Sartori 0, Bertelle 6, Franchetti ne, Stefanovic ne, Signorin 1, Frizzarin 4, Lollato (L). Allenatore: Leandro Falcini.
Chiusi: Bittoni 9, Bartolucci 1, Di Marco 6, Pasquini 3, Santilli ne, Pellegrini (L) ne, Romani 14, Scappaticcio 3, Urbani 1, Braga 10, Pochini (L), Bregliozzi 0, Grassano ne. Allenatore: Romano Giannini.
1° Set: inizio ricco di tensione e carica agonistica nella seconda semifinale della Final Four di Coppa Italia di B2 Maschile. In campo i padroni di casa della Emma Villas Chiusi e la giovane formazione veneta della Sol Lucernari Montecchio. Gara equilibrata fino al 11-10, prima del break dei padroni di casa che allungano sul 17-11 con un turno in battuta di Romani ed una costante crescita del sistema d’attacco deliziosamente gestito da Scappaticcio. Dall’altra parte della rete una formazione quadrata su cui ha spiccato l’individualità dell’opposto Pranovi Michele autore già nel primo set di 7 punti. Il contro break dei veneti porta il punteggio sul 17-16, prima della parte finale del set in cui la spinta del numerosissimo pubblico di casa è stata di grande aiuto alla formazione di mister Giannini.
2° Set: il Montecchio gioca bene e regge l’urto dei padroni di casa e del pubblico con grande autorità, grazie anche ad un ottimo servizio ed alla capacità di bloccare a muro l’opposto mancino Romani. A quel punto Scappaticcio cambia registro ed inizia a servire con continuità i propri “giganti” centrali che collezionano 8 punti in due nel momento più importante del set, permettendo alla Emma Villas Chiusi di staccare gli avversari fino al 23-19, dopo un set giocato sempre punto a punto. Chiudono il parziale sul 25-20 un attacco out di Pranovi ed il set point di Romani.
3° Set: il terzo ed ultimo set è interpretato in maniera strepitosa da Scappaticcio e compagni, con giocate d’attacco di altre categorie, difese e recuperi impressionanti ed una efficienza nel servizio che vale 3 ace. Dall’altra parte il Montecchio molla e la gara si allunga sino al 20-10. Il finale del set è una standig ovation per i padroni di casa, con mister Romani che concede l’ovazione del pubblico alla diagonale Scappaticcio – Romani e tutto il Pala Fuccelli che festeggia la conquista della finale.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy