In anteprima esclusiva l’intervista al Presidente Giammarco Bisogno che verrà pubblicata sul Corriere di Siena sabato 7 febbraio. A cura di Andrea Biagi.

1° Presidente inizia la seconda parte di stagione che cosa chiede al suo gruppo?

Impegno, lavoro ed attaccamento alla maglia, vale a dire passione e senso di appartenenza. Senza ciò non si va da nessuna parte: l’obiettivo è raggiungibile solo se ci crediamo e lo vogliamo davvero.

 

2° Oltre alla classifica, ai giocatori e all’organizzazione quello che stupisce della Emma Villas è il seguito di persone che riesce a coinvolgere, qual è il segreto?

Credo che nella zona, la pallavolo sia uno sport più amato di quanto si pensi e Chiusi è una piazza storica da questo punto di vista, nonostante i livelli raggiunti non siano stati di quelli professionistici. Credo anche che le buone squadre che abbiamo allestito in questi ultimi anni abbiano contribuito a trasformare il palazzetto in una piccola “bomboniera” e far tornare la passione per questo sport.

 

3° Gli obiettivi della società sono ambiziosi, è giusto dire che il sogno inizia con la prima lettera dell’alfabeto e prosegue con la volontà di continuare a giocare a Chiusi?

Assolutamente. Oggi siamo primi a pari merito con Mondovì ed è nostro dovere pensare ad una possibile promozione in serie A, come ad una nuova vittoria alle finali di Coppa Italia di aprile. La volontà è ovviamente di restare a Chiusi, ce la vedi con il nome Emma Villas Firenze?

 

4° Nel consiglio comunale di lunedì prossimo l’ultimo punto all’ordine del giorno cita “Lavori di completamento e gestione impianti sportivi di Chiusi Scalo, loc. Pania – Valutazione idea progettuale ed approvazione graduatoria definitiva.” La situazione sul nuovo palazzetto inizia a muoversi e vede la Emma Villas in prima fila?

Sì, la cosa ci interessa molto. Ci siamo infatti impegnati per partecipare al bando con un progetto quanto più concreto ed in linea con le attuali necessità del territorio. Lunedì valuteremo il riscontro da parte dell’Amministrazione Comunale.

 

5° Lei definirebbe l’operazione “nuovo palazzetto” un’ opportunità per la città oltre lo sport?

Credo che sia un’opportunità per tutti; per noi, che nel caso di promozione in A non potremmo più giocare nel palazzetto di oggi poiché mancante dei requisiti normativi e tecnici per la serie A; per tutte le attività sportive del territorio e non solo, visto che oggi i palazzetti disponibili nella nostra zona risultano oramai insufficienti a rispondere alle richieste della collettività, soprattutto per le attività giovanili;  non per ultimo, quest’opera potrà dare un’importate spinta all’economia locale, attraverso il coinvolgimento di molte aziende del territorio, nuovi posti di lavoro ed opportunità di sviluppo di numerose manifestazioni di vario tipo. Consideriamo anche che un nuovo impianto sportivo, vista la centralità di Chiusi nella tratta Roma – Milano, potrebbe divenire centro logisticamente perfetto per l’ospitalità di manifestazioni sportive giovanili di caratura nazionale ed internazionale, ed in merito posso dire che segnali positivi ci sono già arrivati da varie Federazioni; questo ultimo elemento avrebbe evidenti ricadute positive su tutta l’economia locale, a partire dalle numerose attività ricettive della zona.

 

6° Quali potrebbero essere le scuse degli istituti di credito per non crederci?

Difficile pensare che non ci siano Istituti di Credito interessati in questo momento a sostenere e credere in un progetto del genere. Su questo tema stiamo lavorando ed a breve dovremmo ricevere risposte concrete.

 

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy