“Siamo consapevoli di essere cresciuti molto nel corso della stagione e anche se non ci poniamo l’obiettivo di vincere i play off giocheremo questa fase del campionato a testa alta e con la consapevolezza di essere riusciti, nel girone di ritorno, a togliere punti a tutte le prime della classe che adesso sicuramente ci affronteranno con molta più attenzione. Noi giocheremo senza tensione e senza la pressione di dover per forza fare il risultato e questo in genere, ancor più se sommiamo la spregiudicatezza che possono avere un gruppo di ragazzi molto giovani, potrebbe risultare essere molto pericoloso per chiunque.”

Queste le parole di Simone Cruciani primo allenatore della Emma Villas Volley di serie C, squadra che si sta preparando ad affrontare i play off di categoria dopo un campionato che ha visto i giovani atleti (tutti under 19 tranne il palleggiatore under20) dimostrarsi all’altezza della categoria tanto da mettere in difficoltà e vincere anche contro le formazioni più esperte e quotate alla vittoria finale del campionato. Sei le squadre che hanno conquistato il diritto di accesso all’ultima e decisiva fase del campionato: Foligno, Monteluce, Terni, Spoleto, Sansepolcro-Selci e appunto Emma Villas. A differenza della serie A i play off di serie C si svolgeranno con la formula “all’italiana” ovvero tutti contro tutti in una sorta di secondo campionato con tanto di andata e ritorno solamente con meno formazioni al via.

“Essere arrivati a questa fase del campionato – sottolinea Cruciani – è già di per sé un obbiettivo raggiunto e per quanto ci riguarda sarà importante vivere questa parte della stagione con curiosità e serenità. Nelle ultime due gare di regolar season i ragazzi sono arrivati un po’ scarichi, anche se a Terni siamo riusciti a strappare un ottimo punto, ma si vedeva che avevamo bisogno di ricaricare le energie, sia fisiche che mentali. Abbiamo sfruttato la pausa pasquale per staccare la spina quattro giorni e abbiamo ricominciato a lavorare duramente in palestra da martedì scorso. Abbiamo due mesi di fuoco, dobbiamo tenere duro. Chiederò ai ragazzi di concentrarsi sulla prestazione, di provare a mettere in campo le cose che facciamo in allenamento cercando di esprimere il nostro maggior potenziale possibile; a fine partita vedremo se sarà bastato oppure no. Qualsiasi risultato andremo ad ottenere mi renderà soddisfatto del percorso intrapreso da questi ragazzi. Solo chi ci ha vissuto quotidianamente sa quante problematiche ci siamo trovati ad affrontare in questa stagione; l’affrontarle tutti insieme ci ha reso più forti e ha insegnato a tutti, me compreso, qualcosa di nuovo. Nessun risultato cancellerà il tanto sudore versato in palestra.”

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy