La Emma Villas Aubay Siena ha adesso alcuni giorni in più per prepararsi per la prossima sfida in calendario. Che non sarà quella di domenica, che era in programma a Taranto e che è stata rinviata per problematiche legate al Coronavirus del team di casa, ma il match del week end successivo da giocare in casa della capolista Bergamo.

Il team di coach Alessandro Spanakis arriva da cinque successi di fila, ha adesso 29 punti in classifica e occupa la quarta posizione della graduatoria.

“Ho ripreso ad allenarmi con il gruppo dopo il problema fisico che avevo avuto – ha affermato in conferenza stampa il palleggiatore di Siena, Marco Fabroni. – Sto recuperando, ricomincio ad allenarmi con tranquillità. Posso concentrarmi sulla prossima sfida in calendario, che è quella in trasferta contro Bergamo nel prossimo fine settimana. Sarò pronto per quella sfida. Quest’anno non ho ancora giocato contro di loro, vedremo quello che succederà. Sono contento delle cinque vittorie di fila raggiunte dal team. Abbiamo fatto un bel filotto, speriamo di proseguire su questa strada. La squadra sta andando bene, ha fatto vedere una buonissima pallavolo in tutti gli ultimi match”.

“Contro Mondovì – prosegue Fabroni – è arrivata una vittoria molto importante e certamente preziosa. Sono gare difficili, prendere 3 punti in classifica ha sempre un grande peso. Si pensi alla partita che ha giocato Yuri Romanò, che ha realizzato 31 punti e ha tenuto un’alta percentuale in attacco. E’ stato grandioso, fantastico. Vittorie come le ultime che abbiamo conquistato sono una importante iniezione di fiducia. La classifica? In questo momento ci sono squadre che hanno giocato di più e altre che hanno giocato di meno, questa è una stagione particolare. Noi dobbiamo cercare di pensare ad ogni singola sfida e guardare a come vanno le cose domenica dopo domenica, è complicato in questa situazione fare dei calcoli”.

“Noi – ha detto ancora Fabroni – stiamo vivendo un bel momento, non potrebbe che essere così dopo cinque successi consecutivi. C’è comunque sempre da migliorare, siamo chiamati a farlo ogni volta che facciamo un allenamento. Si devono guardare i dettagli in ogni circostanza, questo è il nostro lavoro”.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy