Emma Villas Aubay Siena in palestra per preparare la prossima sfida di campionato, in programma domenica 13 dicembre alle ore 18 in trasferta contro Castellana Grotte. I pugliesi sono reduci dalla sconfitta per 3-0 rimediata a Reggio Emilia (nonostante i 21 punti di Cazzaniga) e hanno 4 punti in classifica, con 2 vittorie e 2 sconfitte nelle quattro partite giocate fino a questo momento.

“Non era una sfida semplice per noi vista la nostra situazione e Bergamo è certamente una squadra molto in forma – ha commentato dopo il match casalingo contro l’Agnelli Tipiesse Bergamo l’opposto di Siena, Yuri Romanò. – Però sono comunque arrabbiato perché abbiamo perso tutti e tre i set 23-25 dopo avere giocato una buona pallavolo. Per un paio di palloni non abbiamo portato a casa nemmeno un set. Eppure, dato che i parziali sono terminati con così poco scarto, avremmo potuto certamente vedere un risultato differente al termine della gara. Poteva finire anche 3-0 per noi, bastava fare qualcosa in più. Andiamo a casa molto arrabbiati. Ci è mancato qualcosa per far girare i set dalla nostra parte, torneremo in palestra e lavoreremo anche su questo. Comunque siamo tornati a giocare una partita ufficiale, lo abbiamo fatto con voglia. Il campionato è lungo, non c’è da fasciarsi la testa per una sconfitta, a questo punto della stagione ci sono ancora tanti match da giocare. Andiamo avanti e proseguiamo con il nostro lavoro, dalla prossima sfida cercheremo di portare a casa punti”.

“Prima della partita non potevamo essere sicuri che saremmo riusciti a giocarcela contro Bergamo, dato che arrivavamo da un momento difficile – le dichiarazioni di Dore Della Lunga al termine della sfida di domenica. – Poi quando capita che perdi tutti i set 23-25 non puoi non essere arrabbiato e non riesci ad essere contento. Bisogna andare avanti e pensare alle prossime gare. Siamo stati in pochi a non avere preso il virus, anche chi non lo ha preso ha comunque dovuto fare dieci giorni di isolamento. Sono stati giorni difficili, chi si era contagiato non ha potuto allenarsi per venti giorni. Nello sport non si inventa niente, quindi c’è poco da dire, ci sono giocatori che sono tornati in palestra da pochissimo. Tra l’altro siamo andati ad affrontare Bergamo che è uno dei team più in forma del torneo. C’è rammarico perché alla fine ce la siamo giocata. Noi dobbiamo andare avanti e pensare alle prossime sfide”.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.
Cookie policy